Senza tetto
in difficoltà,
urgente il rifugio
della Croce Rossa

“Il Golfo non può restare senza un rifugio che accolga e si occupi nelle ore notturne di clochard e senza casa”. A ribadirlo a chiare lettere, dopo l’appello lanciato dalla Croce Rossa Sud Pontino, è il meetup Formia 5 Stelle. “Solo ieri (giovedì ndr), un clochard che abitualmente dimora in zona San Pietro è stato soccorso dagli operatori del 118 – aggiungono dal meetup di Formia -, e non vorremmo che situazioni analoghe abbiano a ripresentarsi nei prossimi giorni quando è previsto un ulteriore abbassamento delle temperature. La riapertura del rifugio della Croce Rossa presso il porto di Formia, o dove si deciderà nel più breve tempo possibile, è un’urgenza per tutti i comuni che fanno parte del Distretto Socio Sanitario in primis Gaeta, che ora lo guida, Formia e Minturno”.
E ancora: “La solidarietà e la cura alle persone che per vari motivi si ritrovano senza più nulla, deve essere una priorità per le Istituzioni e per la Comunità tutta specie in questi giorni così vicini al Natale. Negli anni passati – ricorda il meetup Formia 5 Stelle -, senza creare alcun problema di ordine pubblico e grazie alla professionalità e competenza degli operatori, il rifugio al porto ha dato prova di essere quel presidio necessario al territorio, in grado di evitare tragedie inumane come la morte per assideramento di tante persone che già soffrono una vita di stenti”.
E infine: “Come meetup, inoltre, chiediamo alle Istituzioni di riflettere sull’opportunità di realizzare un centro più stabile per i senzatetto, senza ridursi all’ultimo minuto quando l’emergenza è in corso, ragionando secondo una più ampia visione che rispetti e tuteli i diritti e la dignità di ognuno, in particolare degli ultimi”.