FORMIA 5 STELLE: “COVID 19, REGIONE RIVEDA LE SUE SCELTE”

Per gli attivisti la decisione dell’Assessorato alla Sanità è poco lungimirante

“Ancora nel pieno dell’emergenza COVID 19 apprendiamo che la Regione Lazio ha indicato l’ospedale Santa Maria Goretti per i casi di maggior impegno clinico – assistenziale e il presidio del Monsignor Di Liegro di Gaeta per i casi minori, di fatto “dimenticandosi” dell’impegno profuso fino a oggi dall’ospedale Dono Svizzero di Formia e da tutto il suo personale sanitario”. Così gli attivisti del meetup Formia 5 Stelle che sulla base di questa riorganizzazione sottolineano: “Come Formia 5 Stelle, crediamo che la Regione debba rivedere la propria decisione e che questa riorganizzazione debba tener conto non solo del breve termine, e quindi dell’attuale emergenza in corso, ma bensì guardare oltre, quando pian piano si tornerà alla normalità. Ci rivolgiamo pertanto all’Assessorato Regionale per chiedere come verranno gestiti tutti gli altri Ospedali, ed in particolare quelli dotati di pronto soccorso dove tutti gli utenti che accedono potrebbero essere potenzialmente positivi anche se asintomatici”. Nel dettaglio: “Ci saranno percorsi di accesso, gestione e assistenza diversificati? Il personale medico e sanitario sarà sempre dotato dei DPI necessari? I pazienti che vi accedono per altre patologie anche chirurgiche ma contemporaneamente positivi o fortemente sospetti verranno poi trasferiti, per quanto riguarda la nostra provincia, tutti all’ Hub del Goretti o allo Spoke Di Liegro di riferimento? Se sarà confermato che fino al 60-70% della popolazione rischia di essere contagiata, non sarebbe opportuno pensare già da adesso a rendere tutte le strutture sanitarie accessibili sia ai positivi che ai negativi, in particolar modo in quelle zone dove l’ Hub è fisicamente distante?””

STAFF COMUNICAZIONE MEET UP FORMIA 5 STELLE.