FLASH – MOB DEL MOV.5 STELLE: FORMIA SCENE DI UN CRIMINE

E’ appena terminato il flash – mob del Movimento 5 Stelle per denunciare pubblicamente alcune delle scene del crimine di Formia. Abbiamo iniziato con la discarica di materiali inerti di Penitro, poi lo spiaggione di Gianola, l’ex pastificio Paone e il Palazzo Municipale.

scena del crimine n. 1) A distanza di anni, precisamente dal 1997, non è dato sapere cosa si nasconde nel sottosuolo della discarica di materiali inerti di Penitro. C’è chi (Carmine Schiavone) asserisce che a Formia sono stati sverzati 10 mila fusti tossici, e chi (la Giunta Municipale) definisce allarmisti tutti quelli che tendono a mistificare la LORO verità (compresa la Procura della Repubblica di Cassino che prosegue nelle indagini e nei rilievi).

dis1-300x200dis2-300x200dis3-300x200dis4-300x200dis5-300x200

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scena del crimine n. 2) Lo spiaggione di Gianola era l’unica spiaggia libera rimasta a Formia. Punto di riferimento per chi non può permettersi il lusso di spendere 30 euro al giorno per una giornata a mare. Da quest’anno è privatizzata e data in concessione a un’associazione culturale che nel proprio statuto associativo prevede esclusivamente noleggio di sdraio e ombrelloni. La concessione è stata data senza alcun bando e alcun avviso pubblico. L’associazione si è regolarmente costituita a marzo del 2014 ma la richiesta per l’utilizzazione dell’arenile risale a dicembre 2013.

spi1-300x200spi2-300x200spi3-300x200spi4-300x200spi5-300x200

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scene del crimine n.3) L’ex pastificio Paone è divenuto il simbolo della commistione tra apparati amministrativi, politici, imprenditori e tecnici progettisti. Alle volte le cariche e i ruoli si sono anche intrecciati, nel senso che i tecnici progetti e gli imprenditori sono anche personaggi politici di Forza Italia. Da oltre un anno l’immobile è sotto sequestro da parte della Procura della Repubblica di Latina e a nulla sono valsi gli atti per risarcire gli imprenditori attraverso subdoli interessamenti per l’ampliamento della nostra struttura sanitaria pubblica.

pao1-300x200pao2-300x200pao3-300x200

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scena del crimine n.4) Un intero apparato amministrativo sotto indagine: 5 dirigenti, tre funzionari e 15 amministratori hanno ricevuto la notifica di avviso di garanzia e la richiesta domiciliazione legale dai Carabinieri di Formia. L’accusa è   associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, concussione e truffa per appalti, licenze edilizie e gestione dei servizi. Uno dei 15 consiglieri comunali indagati è rientrato alcuni giorni fa dall’estero, dove sembra sia fuggito per rappresaglie e ritorsioni, e ha già deposto per oltre otto ore complessive davanti al Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Latina. Ma per gli attuali vertici dell’amministrazione comunale non è successo nulla e tutto prosegue come niente fosse. Anche il Palazzo Municipale è luogo e scena del crimine.scena del crimine n.4) Un intero apparato amministrativo sotto indagine: 5 dirigenti, tre funzionari e 15 amministratori hanno ricevuto la notifica di avviso di garanzia e la richiesta domiciliazione legale dai Carabinieri di Formia. L’accusa è   associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, concussione e truffa per appalti, licenze edilizie e gestione dei servizi. Uno dei 15 consiglieri comunali indagati è rientrato alcuni giorni fa dall’estero, dove sembra sia fuggito per rappresaglie e ritorsioni, e ha già deposto per oltre otto ore complessive davanti al Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Latina. Ma per gli attuali vertici dell’amministrazione comunale non è successo nulla e tutto prosegue come niente fosse. Anche il Palazzo Municipale è luogo e scena del crimine.

mun1-300x200mun2-300x200mun3-300x200mun4-300x200mun5-300x200mun6-300x200